€URO   PORTOGALLO
FRONTE RETRO MONETA

DESCRIZIONE

1 CENT

 

 

 

 Il 1° gennaio 2002, sono entrate in circolazione le monete e banconote in euro.

 I dettagli li trovi nella sezione EURO

2 CENT
5 CENT
10 CENT
20 CENT
50 CENT
1 EURO
2 EURO

 

PORTOGALLO   Fino al 2001
FRONTE RETRO

MONETA

DESCRIZIONE

20 CENTAVOS

 L'escudo, suddiviso in 100 centavo (pl. centavos), è stato la valuta utilizzata in Portogallo prima dell'introduzione dell'euro.

Il nome è dato dal portoghese di "scudo".

Per importi superiori a circa 1000 escudos, era pratica comunque (ed ancora lo è) fare riferimento ad un suo multiplo, il conto (al plurale contos). Vale infatti l'eguaglianza 1 conto = 1000 escudos; in euro, 1 conto corrisponde a circa 5€.

Il 1° gennaio 1999 entrò in vigore l'Euro, il cui tasso di cambio irrevocabile con l'escudo era stato fissato il giorno precedente in 200.482 escudi per 1 euro. Da quel momento l'escudo rimase in vigore solo come espressione non decimale dell'euro, anche se monete e banconote continuavano ad essere denominate in escudi. Per tutte le forme di pagamento "non-fisiche" (trasferimenti elettronici, titoli, ecc.), invece, da quella data si adottò solo l'euro.

Il 1° gennaio 2002, con l'entrata in circolazione delle monete e banconote in euro, si aprì una fase di doppia circolazione, durata fino al 28 febbraio 2002.

 

 

50 CENTAVOS

1 ESCUDO

1 ESCUDO
2,50 ESCUDOS
5 ESCUDOS
5 ESCUDOS
10 ESCUDOS
20 ESCUDOS
25 ESCUDOS
50 ESCUDOS
100 ESCUDOS
200 ESCUDOS